Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
89
Ad un archibugio d’oro.

   Or sì che gloriar si può Volcano,
e de l’arte vantar l’aureo lavoro,
or ch’i fulmini suoi rinchiuse in oro
di fabbro accorto industriosa mano.
   Troppo vil si mostrò, troppo inumano
rese il tuono di Giove alto e sonoro,
troppo offese del ciel l’alto decoro,
se lo chiuse nel ferro empio Germano.
   Più soave ne l’or freme e risuona
il fólgore del ciel, mentre, giocondo,
preziosa la morte ad altri dona.
   Or chi non bramerà metal sì biondo,
s’anco Marte, ancor Morte, anco Bellona
prendono a fulminar con oro il mondo?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it