Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
84
Ad un fiumicello.

   Io veggio un rio che tra fugaci errori
move lubrico il piè, ritolto il passo
poi, tutto accolto in un cavato sasso,
far corona a l’erbette e specchio ai fiori.
   Spesso per disgombrar gli estivi ardori
d’una sponda saltando a l’altra io passo,
e bagnandomi vo già stanco e lasso
ne’ suoi purgati e fuggitivi umori.
   Alzo le luci al ciel puro e giocondo;
chino poi gli occhi al rio, che ’l molle gelo
chiude in sì bello e trasparente fondo.
   Sì puro ha l’uno e l’altro il bianco velo,
ch’io dico: o sopra il ciel salito è ’l mondo,
o ne l’acque del mondo è sceso il cielo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it