Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
72
Contro la Sete.

   Figlia d’aspro calor, la Sete ardente
ministra si levò di stigia pena,
ove ai lampi del sol l’indica arena,
quasi bellica polve, arde bollente.
   Quindi per tormentar l’afflitta gente,
che ne l’angustie sue respira a pena,
tacita va, con invisibil dente,
rodendo intorno ogni infocata vena.
   Nutre i seguaci suoi d’arido sale,
rende le guance impallidite e smorte,
e spedita a formar voce non vale.
   Sì noiosa per lei provo la sorte,
che ber non curerei l’onda letale,
per dare a la mia sete umida morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it