Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
68
Al ragnatello.

   Parmi veder che per sì vil testura,
o su le travi o su le mura espressa,
lanuginoso parto di natura,
prenda l’Aranne a sviscerar se stessa.
   Sol di debili fila insieme annessa
forma ogni tela sua frale et impura,
e ritorcendo e raggirando in essa,
tanta in mezo a l’ordir fatica dura.
   Tessendo or si dilunga et or s’accosta;
sta sospesa, e non muor, né sente duolo;
fabbra d’inganni, poi si giace ascosta.
   Ma vano è ’l suo lavor, s’ad altro solo
non giova ch’a predar ne l’aria esposta
de le mosche volanti il negro stuolo.

1: tessura > testura.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it