Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
49
Alla formica.

   Tu ch’hai nel procacciar sì accorti modi,
e sei nel conservar provida tanto,
che torni e vai senza stancarti alquanto,
e le rapine altrui t’usurpi e godi,
   usa in rubar la spica, industre frodi,
quando Cerere bella ha d’oro il manto,
che da l’usure tue riporti vanto,
da le rapine tue n’acquisti lodi;
   tu con bell’arti e con industrie acute,
le bionde prede accumulando avara,
fai dentro i nidi tuoi città minute.
   O raro esempio di prudenza rara,
o di picciolo corpo alta virtute,
chi prudenza non ha, da te l’impara.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it