Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
47
Contro il ferro.

   Pèra quell’empio Calibe inumano
che ’l metallo più vil cavò primiero;
crudo ingegno, empio cor, barbara mano
mostrò ne l’atto abominando e fiero.
   Per le fila troncar del corso umano
Marte a vista di lui saltò guerriero,
e turbando la pace empio et insano,
scompigliò furioso il campo intero.
   Tosto il mondo pigliò forma di guerra,
tremò Natura, et incolpò la Sorte,
svenati i figli suoi mirando a terra.
   Insolente si fe’ l’audace e ’l forte,
squarciato il grembo si trovò la terra,
et imperio maggior mostrò la Morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it