Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
27
In lode della seta.

   Vergognosa restò tinta di rosa
ne’ suoi rozzi lavor Palla schernita,
quando la dea d’Amor mirò fastosa
gir di serica pompa in ciel vestita.
   Sdegnò le lane allor donna amorosa
che testura mirò sì bella ordita,
e del bombice fu balia pietosa,
padre di sì bell’opra al mondo uscita.
   Per sì ricco lavor, candido o bruno,
o con vario lavor da l’arte espresso,
più bello in maestà crebbe ciascuno.
   Tal pregio e tal valor si mira in esso,
che se corpo là su reggesse alcuno,
spoglia se ne faria l’angelo stesso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it