Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
21
Contro l’archibugio.

   Vomito di Natura, infame aborto,
di scelerate prove autor maligno
fu quel tiranno che ’n Germania sorto
del tuono emolator trovò l’ordigno.
   Più del cane infernal crudo fu scorto
chi del cane formò l’ordin ferrigno,
che ’l chiuso ardor somministrando accorto
la rabbia saziò d’umor sanguigno.
   Fa, balenando e strepitando, in guerra
volar la morte ne l’orribil suono,
et ogni forza, ove colpisce, atterra.
   Gli ordini di Natura involti sono;
i fulmini del ciel prende la terra,
et ha Giove la spada e Marte il tuono.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it