Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Luna
10
All’inchiostro.

   Viva d’Etruria il peregrin ingegno
che velen de l’oblio chiamò l’inchiostro,
quei che fra’ cigni è di portar sol degno
le sacre piume imporporate d’ostro.
   Io, che de’ pregi suoi non giungo al segno,
né sì terso lo stil nel canto mostro,
l’inchiostro a celebrar mi stimo indegno,
tanto celebre e illustre al secol nostro.
   Dirò che ha de la Notte il vanto altero,
ch’è bruna sì, ma ne l’eterea mole
porge col fosco suo chiarezza al vero.
   Sì chiaro ai nomi altrui risplender suole,
che se non fosse a lui contrario il nero,
l’inchiostro adopria scrivendo il Sole.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it