Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
167
Si lamenta nelle sue disaventure trovandosi amante.

   Bastar doveati pur, stella nemica,
che del mar peregrino andassi errante,
misero e travagliato navigante,
senza trovar giamai quiete amica;
   che sotto dura e rigida fatica
dia solo a la mia fame ésca bastante,
che abbia rozzo il vestir, nude le piante,
e meni la mia vita egra e mendica.
   A che l’onde d’Amor, stanco e battuto,
farmi solcar, dove per mio conforto
più tosto eligerei l’onda di Pluto?
   E mentre io vo, per ritrovare il porto,
combattuto da tema et abbattuto,
tra le lagrime mie rimango assorto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it