Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
156
Filza di coralli usata dalla sua pescatrice.

   Questo giro vermiglio in filo accolto,
fatto per man, cred’io, d’industre Amore,
non giunge gloria, anzi riceve onore,
a la gola di Filli intorno avvolto.
   Non fu (sì come appar) sì terso e colto,
né così duro et agghiacciato fuore;
duro tornò per emular quel core,
chiaro si fe’ per imitar quel volto.
   Non in rigida selva, in erto colle,
ma nel bosco del mar più cupo e basso
fu pieghevole tronco, arbore molle.
   Mirandol io, per lo stupor m’insasso;
a pena Filli mia toccarlo volle,
che da ramo, qual fu, tornò di sasso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it