Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
Cielo di Venere
151
La sua pescatrice ferita nella mano da un granchio.

   Era Dorilla mia su ’l verde lito
col ferro ita a spiccar conca lucente,
ch’abbarbicata in su lo scoglio algente
chiudea nel grembo suo frutto gradito.
   Quando, fuor d’una buca a l’aria uscito,
animaletto rigido e pungente,
con torta bocca e con mordace dente,
le morse alquanto e le trapunse il dito.
   Pianse e chiese la bella allor soccorso;
quando un rubin, che gocciolò fra poco,
mirò stillar dal delicato morso.
   Meraviglia d’Amor! Tosto in quel loco,
a quella stilla di quel sangue scorso,
tutta l’onda del mar tornò di foco.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it