Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Girolamo Fontanella [1612ca - 1643/4]

Nove Cieli [1640]
1
Proemio.

   D’illustre bronzo, ch’ingegnoso ordio,
fabricò Salmoneo cieli rotanti;
ecco, novo fattor d’orbi stellanti,
fabrico cieli in Elicona anch’io.
   Ma s’egli fu dal più sovrano dio
poi fulminato da’ suoi cieli erranti,
io con folgori armonici e sonanti,
da’ cieli miei, fulminerò l’oblio.
   Cieli fe’ di Trinacria il fabbro accorto;
ma di vetro caduco opra che vale,
s’è già con quelli incenerito e morto!
   Io con la penna, ad architetto eguale,
spero, da Febo illuminato e scorto,
render de’ cieli miei l’opra immortale.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it