Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Bruni [1593 - 1635]

Da “Le tre Grazie” [1630]
VI
[A una poetessa.]

   Oh qual radoppia in te gemini onori,
nobil donna, fra noi pompa novella,
o se ti mostri altrui leggiadra e bella,
o se spieghi talor carmi canori!
   Sotto l’ombra or de’ mirti or degli allori,
fai col volto e co’ versi ogn’alma ancella;
sì che dea degli Amori Amor t’appella,
e del canto le dee col canto onori.
   Tu, di par chiara in Cipro e in Elicona,
ardi i cor, verghi i fogli, e in ogni parte
con doppia gloria il nome tuo risona.
   Ma più ricco è ’l tuo crin colto senz’arte,
che di sacra ravvolto aurea corona:
parlan gli occhi d’amor più che le carte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it