Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Bruni [1593 - 1635]

Le tre Grazie [1630]
Pallade, cioè Proposte et risposte
24
Risposta.

   Colte le vele e stanche già le sarte
del mio debile ingegno, il sacro coro
de l’alme Muse, ch’io lontano adoro,
mi teneva di sé messo in disparte.
   Or chiaro, BRUNI, tu, per inalzarte,
ne la bassa umiltà, dove io dimoro,
scendendo, porti altissimo ristoro
a lo spirto, ch’ormai da me si parte.
   Veggio del verno mio farsi un aprile
e un subito calor gir per le vene,
che pianta eccelsa fa d’un’erba vile;
   pianta che nel valor tuo si sostiene,
né teme ira dal ciel, né già più umìle,
fatta immortale ad adorarti viene.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it