Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Bruni [1593 - 1635]

Le tre Grazie [1630]
Pallade, cioè Proposte et risposte
14
Risposta.

   Del mar, cui sempre in calma il sol mantiene,
ove più che l’UMOR la gloria inonda,
a solcar cupo il sen, l’acqua profonda,
corro al Tarpeo dal gallico Pirene;
   ma, fatte austri d’orror l’aure serene,
mentre spero al mio crin povera fronda,
lasso, disdegno abbatte, invidia affonda
il mio allor, la mia gloria e la mia spene.
   Sol tu, BRUNI, gli UMORI illustri e degni
varchi; a te sì benigno Apollo ispira,
sì chiaro in Pindo oggi trionfi e regni.
   Onde il naufragio mio, ch’altri sospira,
forse fia che ’l fuggir d’altrui t’insegni
i soffi del livor, l’onde de l’ira.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it