Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Bruni [1593 - 1635]

Le tre Grazie [1630]
Pallade, cioč Proposte et risposte
11
Al signor Francesco della Valle. Vivendo l’autore lontano da Roma.

   Colŕ del Tebro in su la destra riva
ben fiammeggia il mio sol chiaro e sovrano,
con cui contende ogni bellezza invano,
siasi pur babilonica od argiva.
   Io qui, dove un suo raggio a pena arriva,
cieco il sospiro ognor da me lontano;
e se mesta talor scrive la mano,
de’ miei soli martěr sol vien che scriva.
   Lasso, deh quanto invidio agli occhi tuoi
che ’l vagheggian vicin; deh quanto adoro
ne’ tuoi fogli ritratti i pregi suoi.
   Sol tu, fatto pennel tuo plettro d’oro,
tela le carte tue, ritrarre il puoi,
de l’altrui glorie animator canoro.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it