Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonio Bruni [1593 - 1635]

Le tre Grazie [1630]
Pallade, cioè Proposte et risposte
8
Risposta.

   Ben ammirar poss’io le belle gote
e la luce degli occhi, alma e serena,
e ’l canto di costei, che rende immote
le genti, e ’l suon, che l’aure in aria affrena;
   ma di vaghezza e d’arte affatto vòte
mie rime, ANTONIO, son, scarsa la vena,
per imitar di lei le dolci note,
e ritrar tante grazie ond’ella è piena.
   Lo stil che un tempo udì felice Anfriso
potrà sol questa diva ombrare alquanto,
che ’l regno con Amore have indiviso.
   Pur se propizio un di suo raggio santo
avrò, spero, dal volgo allor diviso,
poggiar co’ versi al suo gran merto a canto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it