Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Gianfrancesco Maia Materdona [1590 - ?]

Da “Rime nuove” [1632]
XX
Bacio rubato.

Il mio baciar, madonna,
fu rapina, e non dono;
troppo ardii, troppo errai; cheggio perdono,
e men pento, e men doglio.
Ma se pria non mi spoglio
del bacio ch’io rubai,
meritarne il perdon non potrò mai;
stendi dunque il bel volto,
ch’io vo’ riporre il furto onde l’ho tolto.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it