Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Gianfrancesco Maia Materdona [1590 - ?]

Da “Rime nuove” [1632]
XIX
Fuoco amoroso.

Selce, o Lidia, è ’l tuo sguardo:
la percote il focil del guardo mio;
ne l’ésca del desio
favilla di beltà cade e s’apprende;
Amor tosto v’accende
de la speranza il solfo, e a poco a poco,
per consumarmi il cor, dilata il foco.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it