Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Gianfrancesco Maia Materdona [1590 - ?]

Da “Rime nuove” [1632]
XVII
Fucina amorosa.

Donna, ad una fucina
fatto simil son io:
foco è l’affetto mio,
incude è la mia fé, la mia fermezza,
mantice è tua bellezza,
e tenaglia il tu’ orgoglio, acqua il mio pianto;
e l’arso acciar, che intanto
si ribatte e ribatte, è questo core,
e gelosia martello e fabro Amore.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it