Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Della Valle [? - XVII sec.]

Da “Rime” [1622]
V
[Prima dell’alba.]

   Pria che l’alba si desti in oriente
quest’occhi lassi a lagrimare io desto,
e con un roco oimè, languido e mesto,
chiamo il nome di lei, che non mi sente.
   Poi vo pensando e mi riduco a mente
del dì già scorso, or quell’incontro or questo,
e ’l balenar del dolce sguardo onesto
parmi sempre veder quasi presente.
   Onde le parlo, e un suon di sue parole
mi sembra udir soavemente espresso,
ch’in guisa ch’io vorrei mi racconsole.
   Così covo le piume e chiamo spesso
de le mie gioie invidioso il sole,
cotanto io godo in lusingar me stesso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it