Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Della Valle [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
2
Bellezza non conosciuta a prima vista.

   Di quel bel viso onde mi venne il dardo,
che dolcemente mi trafisse il core,
vid’io la luce e non sentii l’ardore,
perché fosse più fier, quanto più tardo.
   Forse in mirarlo s’abbagliò lo sguardo,
non uso a contemplar divin splendore.
Or di mia cecità piango l’errore,
ché se fui ghiaccio, mortalmente io n’ardo.
   Ahi, che quasi invisibile baleno
de l’amate bellezze il novo lampo
non toccò gli occhi e penetrò nel seno.
   Tal non vista scintilla in fertil campo
pria che prenda vigor serpe al terreno,
poi spiega a l’aria in chiari globbi il vampo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it