Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Balducci [1579 - 1642]

Da “Rime” [1630]
V
[A Santo Stefano.]

   Felice te, che per sanguigne vie
movi ’l primo a seguir l’orme di Cristo
e sai morendo far di vita acquisto
e vincer tutti gli anni in un sol die.
   Perché l’umano piè mai non travie,
il mal noto camin selciar s’è visto
de le tue pietre e quindi al gran conquisto
dirizzar l’orme poi l’anime pie.
   Te mira il cielo dal balcon sovrano,
che gli apre del zaffiro il fianco inciso,
pugnar, campion di Dio, presso al Giordano.
   Oh quanto agli empi onde ne cadi anciso,
Stefan, de’ tu, se la nemica mano
t’apre a colpi di pietre il paradiso!




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it