Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Balducci [1579 - 1642]

Da “Rime” [1630]
I
[Amore palese, amata nascosta.]

   La fronte esangue, lo smarrito aspetto
tutti gli occhi del mondo ha in me rivolto,
e scovre omai la cenere del volto
qual sia la fiamma che mi scalda il petto.
   Dice altri, mosso da pietoso affetto:
— Questi in breve sarà spento e sepolto. —
Ed io per lei ch’adoro ad arder vòlto,
il mio proprio penar prendo a diletto.
   Veggia ognun le mie fiamme al core apprese,
ma la bella cagion de l’arder mio
non già, né per qual mano Amor l’accese.
   Fiammeggi pur, se sa, l’alto desio,
pur che ’l mio sole, onde lo ’ncendio prese,
altri non sappia mai, ch’Amore ed io.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it