Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Boscherecce
45
Ad una ninfa, che iva per acqua al fiume.

   Pon giù l’urna gravosa, o bionda Spio,
ah, troppo lunge è del Volturno il fonte;
ti mostrerò (se vuoi) di qua dal monte
e men lontano e più tranquillo un rio.
   Teco verronne passo passo anch’io,
e pria che caggia il sol da l’orizonte,
le man lavar potrai quivi e la fronte,
ma ’l vaso t’empierò del pianto mio.
   Di cui (tanto ognor cresce) in più d’un loco
nutre l’erbe, la terra e i fiori suoi,
lasso, e pur egli a la tua sete è poco.
   Vienne, deh vienne meco e vedra’ poi
vòlto il fiume in argento e l’acque in foco,
s’avien che specchio e’ sia degli occhi tuoi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it