Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Boscherecce
25
All’Aure, in una lontananza.

   Questo vaso d’amomo e questi acanti,
primo pregio d’april, queste odorate
rose ad un parto con l’Aurora nate,
questo cesto di gigli e d’amaranti,
   a voi de l’aria peregrine erranti
f́en sacri, Aure felici, Aure beate,
se, mentre per lo ciel l’ali spiegate,
vosco trarrete i preghi miei volanti;
   ś che questi ch’io spargo amari accenti
oda di là, dove n’andate or voi,
Elpinia, e ’l flebil suon de’ miei lamenti.
   Ben avrete de l’opra in premio poi
forza e vigor da’ miei sospiri ardenti,
grazia et odor da’ dolci fiati suoi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it