Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Boscherecce
16
Dice aver veduta la sua ninfa.

   Stamane a punto a l’apparir de l’alba,
caro Siringo, in riva di Volturno,
quando il fosco del ciel volto notturno
ai primi raggi del mattin s’inalba,
   mentr’io cogliea d’ibisco e di vitalba
verghe per far fiscelle, il piede eburno
ricca d’aurato e serico coturno
vidi la bella Elpinia, e seco Idalba.
   Vidila, e ’l giunco abbandonando e ’l tralce
rimaso, com’uom stupido rimansi,
da la tremante man cadde la falce.
   Quella, in cui lieti sol quest’occhi fansi,
fuggitiva s’ascose a piè d’un salce,
ella di me si rise, io per lei piansi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it