Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Boscherecce
15
Narra le qualità della sua pastorella.

   Non guarda o guida e non governa o cura
la pastorella mia capre et agnelle,
ma i miei pensier, ma le mie voglie ancelle,
che servaggio sì dolce hanno a ventura.
   Né per prato lor mena, o per verdura,
a tonder l’erbe tenere novelle,
ma ne le guance dilicate e belle
dà lor di fiori angelica pastura.
   Né con rozo baston lor passi regge,
ma de’ begli occhi un sol guardo gentile
ai lor liberi errori è sferza e legge.
   Né selvaggia capanna o mandra vile,
ma lor, qual mai non ebbe armento o gregge,
un ciel d’alte bellezze è il chiuso ovile.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it