Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Boscherecce
6
Avvenimento boschereccio.

   Duo de la dea più bella augei lascivi
sovra un mirto gemean frondoso e spesso,
e de’ lor baci al mormorar sommesso
rispondean l’aure innamorate e i rivi.
   Io, ch’a l’erbetta in grembo i sonni estivi
traea non lunge, a la mia ninfa appresso,
godea col dolce essempio al modo stesso
i diletti d’amor dolci e furtivi.
   Quand’ecco con orribile rimbombo
la bianca coppia e semplicetta uccise
spinto da cavo ferro acceso piombo.
   O che bei nodi un colpo empio recise:
da la vaga colomba il bel colombo,
da me Leucippe, e me da me divise.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it