Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Marittime
24
Descrive un dolfino corso al canto della sua ninfa.

   Mentr’oggi assisa in su le piagge erbose,
là dove i flutti il mar di Cuma affrena,
la tua Lilla, o Filen, la tua sirena
cantando inteneria l’aure amorose,
   uscir de le sue tane umide algose
tratto dal canto et appressar l’arena
pesce vid’io, che con la curva schiena
l’onde raddoppia a le campagne ondose.
   Curvo anco ha il rostro, e ’n cento globbi attorta
la coda inalza, e con veloce corso
forcuta luna in su l’estremo ei porta.
   Mente a la fera Amor diede, e discorso,
che lascivetta de la ninfa accorta
baciolle il piede e le suppose il dorso.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it