Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Marittime
12
Per alcune frutta di mare che aveva donate alla sua ninfa.

   Ricci pungenti, o misero Fileno,
a chi (sia pur il cor) doni non cura
recasti in dono. Un dono omai procura
che lei rassembri e la contenti a pieno.
   Ché se, pari al rigor ch’ella ha nel seno,
lor di scogli e di spine armò Natura,
sott’aspre punte e scorza alpestra e dura
dolce frutto e gentil chiudono almeno.
   Dono le fia più caro un’orsa, un angue;
ma più, s’egli averrà che tu le porte
un vaso o del tuo pianto o del tuo sangue.
   Chi non sa ciò che sia malvagia sorte,
chi vago di morir vivendo langue,
ami costei, ch’è quant’amar la morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it