Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
81
Mandando le presenti rime alla sua donna.

   Itene avante a que’ begli occhi rei,
onde mi strugge Amor, rime amorose;
portate voi, di duol nunzie pietose,
vive le fiamme lor ne’ pianti miei.
   Ma se pietà vi negherà colei
cui Natura di ghiaccio il cor compose,
meco vi state in chiusa parte ascose,
del suo rigor, del mio dolor trofei.
   Forse (e fôra il miglior) quel che risplende
in voi, benché di stil povere e d’arte,
possente ardor, che l’anima m’incende,
   potrà (se pur di tante in lor consparte
lagrime il vivo umor non gliel contende)
come già ’l petto, incenerir le carte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it