Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
77
Sdegno amoroso.

   La spezzata catena e ’l rotto giogo
che ’l piè sì forte e ’l cor m’avolse e strinse,
di cui mai non sperai che tempo o luogo
scior mi devesse, et or tua man mi scinse,
   sacro al tuo tempio; e già cantando sfogo
il grave duol, che sì m’oppresse e vinse,
col piè spargendo il cenere del rogo,
che pria m’accese, e poi giust’ira estinse.
   Invitto Sdegno, i’ ti ringrazio e lodo,
e sciolto il laccio, onde d’Amor fui stretto,
de l’antica prigion libero godo.
   Or a te, fin ch’io viva, aver prometto,
sì com’ei fece adamantino il nodo,
contro i suoi colpi adamantino il petto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it