Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
70
Per una infirmità della sua donna.

   Giace inferma madonna. Amor, che fai,
che non le porgi a sì grand’uopo aita?
Pur ne la vita sua (come ben sai)
vive non men la tua che la mia vita.
   Vienne, e sotto la guancia impallidita
pon la faretra, ond’ella posi omai,
e i sudor de la fronte egra e smarrita
col velo asciuga, e gli umidetti rai.
   Pioggia nel grembo di celesti fiori
le versa; e poi col ventillar de l’ali
tempra de le sue membra i gravi ardori.
   Ma se brami salute a’ nostri mali,
e ’nsieme i miei sanar co’ suoi dolori,
quando Morte l’assal, dàlle i tuoi strali.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it