Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
41
A compiacimento della medesima.

   Sovra il tenero fianco il duro peso
sostener de la spada empia e mortale,
garzon pronto al tuo danno, a l’altrui male,
ond’hai superbo e rigidetto appreso?
   E chi t’insegna a l’ire, al sangue inteso,
folle, altr’armi trattar che l’aureo strale,
onde fia chi t’adora e chi t’assale
di due piaghe in un punto insieme offeso?
   O di Marte e d’Amor vago guerrero,
né men che vago e bello, ardito e forte,
né men che forte, oimè, crudele e fero;
   non ti bastava per mia dura sorte
negli occhi averla e nel bel viso altero,
se non portavi in mano anco la morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it