Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
27
Per la sua donna, che avea spiegate le chiome al sole.

   Le trecce, ch’ambra et or vincon d’assai,
umide forse (oimè) del pianto mio
spiegar madonna et asciugar vid’io
del sol non già, ma de’ begli occhi a’ rai.
   Intanto (e con qual sete, Amor, tu ’l sai)
veloce l’ardentissimo desio
in quell’oro ondeggiante a ber sen gio,
ove dianzi sommerso il cor lasciai.
   Ben potei tu, dintorno a lei volante,
portarmi un fil de l’aurea chioma e bella,
o de la dea de’ fiori alato amante.
   Ma forse Berenice altra novella
in ciel or fôra; e s’egli è al sol sembiante,
prender non dêe quel crin forma di stella.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it