Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
24
Per una donna che in veggendo il suo amante arrossì.

   Fu di sdegno o d’amor fiamma, che t’arse
quella che, donna, sì repente uscìo
su la tua guancia? e ’l dolce ostro natio
di peregrina porpora ti sparse?
   Certo, qual di color vario mostrarse
in cava nube il sol talor vid’io,
tal per gli occhi avampando il foco mio
in te s’impresse e nel tuo viso apparse.
   Mi lusinga un pensier: forse l’accende
amorosa vergogna, e nel bel volto
la sua vermiglia insegna apre e distende.
   L’altro poi mi spaventa e dice: — O stolto,
tutto quel che sì bel rosseggia e splende
sangue colà, da le tue piaghe è tolto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it