Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Marino [1569 - 1625]

Rime - Parte prima [1604]
Amorose
23
Per lo velo della sua donna.

   Dimmi, bella guerrera, ond’è che porte
barbara in atto quella chioma, in cui
quasi in aurea catena avinto io fui,
cinta di lievi e candide ritorte?
   Forse in sì strania guisa e strazio e morte,
nova turca d’Amor, minacci altrui?
O chiuso a’ guardi il varco, empia, di lui
tenti schernir l’insidiose scorte?
   O pur la benda sua ti diede Amore
perch’asciughi a quest’occhi il pianto usato?
perch’abbia fasce a le sue piaghe il core?
   Ben degg’io molto a te, lino beato,
poiché (dolce vendetta al mio dolore)
hai legato quel crin che m’ha legato.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it