Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Le sirene” [1676]
IV
[A giovane innamorato di bianchissima donna.]

   Sia di neve un bel seno. Ivi i candori
invan dell’onestà trovar già tenti,
poich’alle nevi ancor sugli emi algenti
il filosofo acheo negò gli albori.
   Sia d’avori un bel seno. Indarno implori
dal suo bello pietà ne’ tuoi tormenti,
ché colti son dall’affricane genti,
porzione d’un mostro, anco gli avori.
   Sia di latte un bel sen. Di morte il gelo
paventa ancor, ché contro i Fabi io scerno
volar nel latte anco di Cloto il telo.
   E se scritto è lassù dal Giove eterno
ch’altri per via di latte entri nel cielo,
tu per calli di latte entri in Averno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it