Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
LXXVIII
Fra le delizie d’un giardino ritrovo argomenti di morali contemplazioni. Al signor Francesco Bonelli.

   In questo rio, su la cui sponda io siedo,
della mia vita un simbolo soggiorna;
egli nel mare, onde partì, sen torna,
e nella terra, onde già sorsi, io riedo.
   Dolcezze, senz’amaro, or non concedo,
se l’ape fra mill’aghi i favi adorna;
e s’un pomo vagheggio allor ch’aggiorna,
del primo padre i precipizi io vedo.
   Se nel dolce d’amor nodo indiviso
l’ali batter gli augelli io contemplai,
i piaceri d’amor volar m’avviso.
   E s’un fior che rideva alfin mirai,
pure insegnommi a sospirar nel riso,
poiché sotto il suo riso ha scritto un «ahi».




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it