Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
LII
Ercole ferisce Pluto nell’inferno.

   Gli usci infranti di Stige, in foschi agoni
tra lacci annodo i cerberi latranti;
se già Serse domò gli Egei spumanti,
io domerò di Flegetonte i troni.
   Io, ch’impiagai le tumide Giunoni,
svenar saprò gli acherontei regnanti;
ove non vanno i fólgori tonanti,
giunger farò della mia clava i tuoni.
   Sprezzo di Lete i rigidi conflitti;
se non vinse un Tifeo l’orbe superno,
san l’inferno espugnar gli Alcidi invitti.
   Corra di sangue intorbidato Averno,
e dal valor della mia man trafitti
vegga Giunone il ciel, Pluto l’inferno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it