Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XLVIII
Commendo il signor Baldassarre Pisani negli esercizi legali e negli studi poetici.

   Questi nei f̣ri in traspiantar Parnasi
sugli amari litigi il dolce spira,
e le Chimere altrui premer s’ammira,
premendo il dorso a’ volator Pegasi.
   Sembrando un cielo, ove non trova occasi,
ma sempre con la libra arde la lira,
risorti in lui Partenope rimira,
scole ancor degli Ulissi, i suoi ginnasi.
   Alle discordi altrui menti confuse
dolci metri a temprar con arti ignote
congiunte con Astrea porta le Muse.
   E quindi avvien ch’alle sue dotte note
son ś care concordie in noi diffuse,
che sfere armoniose ei fa le rote.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it