Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XXXIX
Lodo le virtù di monsignor don Giovanni Caramuele, vescovo di Vegevano, nello stato di Milano.

   Dell’alma tua l’architettor superno,
poi che l’alt’opra a fabbricar s’accinse,
gli astri tutti più degni in lei restrinse,
onde chiaro quaggiù splender ti scerno.
   Di Febo l’adombrò col lume eterno,
sì ch’ogni alto cantor da te si vinse;
la facondia d’Ermete a lei distinse,
ch’hai di Febo e d’Ermete il pregio alterno.
   Astrea v’impresse, e dall’etereo velo
de’ fòri alle maree dando la calma,
accese della sua libra il zelo.
   Se già bramâr nella corporea salma
portar dipinto i gran Demetri il cielo,
vestita tu de’ più begli astri hai l’alma.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it