Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XXXVII
Lascio gli studi di filosofia.

   Abbandono i licei, saper non curo
come il sol non è foco e vampe ei spira,
come gli astri sembrar latte ch’è puro,
come armonico il ciel forma una lira,
   come ha Febo di macchie il viso impuro,
come liquido il polo a noi s’aggira,
come nella sua sfera il foco è scuro,
come ogni astro notar nel ciel si mira,
   come in parte talor Cinzia si vela,
come un albero altrui sembra il suo volto,
come altr’acqua su l’etra a noi si cela,
   come serba ogni stella un mondo accolto,
come il mondo, qual astro, altrui si svela;
ché sol chi sa che nulla sa sa molto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it