Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XXXV
In occasione d’una grave infermità del signor don Lorenzo Casaburi, mio fratello.

   La saggia man sul musico stormento,
qualor movesti ad animar le corde,
dell’universo all’armonia discorde
nove regole impose il bel concento.
   Aura dolce divenne, orrido il vento,
a cui fede giurâr l’onde più sorde;
il foco raffrenò le lingue ingorde,
e s’infiorò lo stabile elemento.
   Et or che ribellato in te si spande
per le viscere accese ardor profondo,
mostra dell’arpa tua opre ammirande.
   Fia lieve impresa al pettine giocondo
s’egli il metro spirò nel mondo grande
a compor l’armonia del picciol mondo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it