Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XXX
Polifemo a Galatea.

   Presso il nevoso, incenerito monte
s’ami goder fra l’onde il prato ameno,
ecco, lentando a’ miei lamenti il freno,
delle lagrime mie t’appresto un fonte.
   Del mio bel ciglio il lucido orizonte
vibra scorni lucenti al ciel sereno;
se lampa un occhio all’universo in seno,
balena un sole a Polifemo in fronte.
   Ma già rassembra alle sventure in braccio
Espero agonizzante or che provòco
un torrente di pianti, onde mi sfaccio;
   ché tutto alberga, onde soccorso invoco,
nel tuo bel sen di Mongibello il ghiaccio,
nel mio gran sen di Mongibello il foco.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it