Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
XVIII
Il latte.

   Io di bianche dolcezze all’uom che nasce,
nettare d’una poppa, offro i ristori;
di sostanze più grate in seno a’ fiori
api mormoratrici Ibla non pasce.
   Tanto il bel giglio, allor ch’aprile rinasce,
delle mie candidezze ama gli onori,
che, nato appena a’ rugiadosi albori,
brama d’esser canuto entro le fasce.
   Pria che vele ebbe il mare, aratri il toro,
alimentai ne’ boschi a’ rai di Delo
con le dolcezze mie l’età dell’oro.
   Fin su l’Olimpo i miei gran vanti io svelo,
ch’ho d’astri in mezzo un lucido tesoro
delle bianchezze mie smaltato il cielo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it