Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
IX
Innamorato di bella donna che piange.

   Di due pupille agli esperi piangenti
ride, scherzando in Amatunta, Amore;
onde languendo incenerito il core
ha fra perle eritree tombe lucenti.
   De’ suoi rai lagrimosi i nembi ardenti
svegliano in Cipro inusitato ardore:
ché piover sembra al prezioso umore
stemprato il sole in rivoli cocenti.
   O del cielo d’Amor vaghe fiammelle!
O diluvi di raggi, ond’a’ Pattoli
invidiar non so l’auree procelle!
   Beate vampe, avventorosi duoli,
se m’accendono il cor fochi di stelle,
se m’irrigano il sen pianti di soli!




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it