Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Pietro Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Delle sirene” [1685]
IV
Galatea nella trasformazione d’Aci in fonte.

   Sciogliete, o fauni, in lagrime dolenti
de’ vostri lumi addolorati i giri;
piovete, o genii, agli umidi martìri
l’afflitte ciglia in rivoli piangenti;
   stillate, o Glauchi, in mezzo a’ salsi argenti
gli occhi dogliosi in liquidi zaffiri;
versate, o gran tritoni, a’ miei sospiri
l’egre pupille in flebili torrenti;
   grondate, o cieli, in nubiloso orrore
lagrime eterne. Ove il mio ben sen giacque
cadano gli astri in lagrimoso umore;
   pianga l’arcier che da Ciprigna nacque,
per gli occhi in pianti il sol distempri il core:
ché ’l mio bel foco è trasformato in acque.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it